Archivi tag: viareggio

Benetti Lady Candy: 56 metri di stile, classe e prestazioni superiori

In un connubio perfetto tra Oriente e Occidente, Lady Candy offre tutto ciò che è comfort, bellezza e tecnologia per una navigazione in totale relax Lo stile dei maestri dello yacht design italiano e l’elevata capacità tecnologica sono del cantiere Benetti, il magico tocco orientale proviene dall’Armatore per uno yacht di 56 metri la cui classe è pari solo alle eccellenti prestazioni. Questa è Lady Candy, che si è aggiudicata l’Asia Boating Award 2014 nella categoria “Best Worldwide Yacht Custom Built”

Jeff_Brown-2781a

Il M/Y Lady Candy (unità n. FB260) è stata varata dal Cantiere Benetti di Livorno lo scorso fine Maggio 2013. Completamente in acciaio e alluminio è un’imbarcazione di 56 metri costruita su una piattaforma navale collaudata e di grande affidabilità perché già utilizzata su precedenti yacht. Per il Lady Candy solo in parte modificata con il riposizionamento della timoneria sul sun deck e il conseguente allargamento del baglio. “Lady Candy” abbina uno spazio interno degno di un 56 metri a prestazioni eccellenti, con quasi 17 nodi di velocità massima e un comfort che si traduce in stabilità e vibrazioni associate a rumori praticamente inesistenti.

L’architettura navale di “Lady Candy”, pensata da Benetti insieme allo studio di progettazione Central Yacht del Comandante Paul Brackley, che si è occupato dell’ external styling, non tradiscono l’eleganza senza tempo di tutti gli yacht Benetti ma al contempo si arricchiscono di una incisiva contemporaneità: l’imponenza di una nave di 962 tonnellate rimane slanciata e i cinque ponti sono esaltati da un armonioso movimento che nasce dal contrasto delle lunghe finestrature circolari scure dei ponti superiori con lo scafo bianco. L’esperto Armatore, di origine orientale, amante del mare e grande appassionato di diving, intende utilizzare Lady Candy insieme alla famiglia e agli amici. Ha partecipato in modo molto attivo alla progettazione della propria imbarcazione dando un forte segno di personalizzazione alla compartimentazione interna disegnata per lui da Central Yacht. Per esempio, è stata un’esplicita richiesta dell’Armatore quella di dare priorità alle aree interne rispetto a quelle esterne, realizzando il gigantesco ed emozionale salone principale di 88 metri quadrati sul main deck o quella di spostare la sua cabina e quella della figlia sul ponte superiore per avere la massima privacy.

Jeff_Brown-0093a

Lo stile e l’arredamento degli interni, anche questi seguiti dal proprietario in prima persona, sono stati sviluppati da Central Yacht e dallo studio statunitense di architettura d’interni BAMO, che già aveva seguito il furnishing di altre proprietà immobiliari dell’Armatore. Gli ambienti sono sobri e accoglienti – predomina la radica abbinata a colori tenui come lilla e giada – e rispecchiano un appeal “internazionale” che accomuna l’oriente all’occidente. Gli architetti, i designer ed i progettisti, insieme all’Armatore, hanno elaborato un oggetto di design slegato dalle mode mantenendo alta l’attenzione alla qualità di ogni minimo dettaglio. Qualità che si realizza anche nel ricreare ambienti “su misura” per l’Owner e per le sue specifiche esigenze. Per esempio, per un appassionato di diving e subacquea, non poteva mancare in prossimità della plancia di poppa una beach area completamente attrezzata di bar, gymnasium, bagno turco, bagno e zona living con doppio accesso per ospiti e crew.

Lady Candy si sviluppa su quattro ponti principali collegati da un ascensore centrale che si apre su eleganti lobby dalle quali si accede ai vari ambienti. A questi ponti si aggiunge un under lower deck in cui si trovano parte della sala macchine, i locali tecnici, i necessari locali di stivaggio per garantire l’effettiva autonomi, la lavanderia ed gli altri locali di servizio). Nel lower deck si trovano le quattro cabine degli ospiti, due gemelle con letto matrimoniale e due con letti divisibili, tutte dotate di scrittoio-vanity, grandi armadi e ampi bagni. Verso prua, con acceso separato, si trovano i cinque alloggi e gli ambienti comuni destinati ai 12 membri di equipaggio. A poppavia invece è posizionata la grande sala macchine e, ancora più a poppa, si trova il beach club adiacente alla spiaggia esterna che si affaccia direttamente al mare: luogo perfetto per le attività di diving dell’Armatore.

Il main deck accoglie gli ospiti con l’enorme salone, un bar e una lobby area con ampi divani per il relax e la grande sala da pranzo con tavolo circolare per 14 persone, oltre al day toilet. Più a prua, a dritta, c’è la cucina professionale e, di fronte, una sala cinema con schermo di 70’’ e casse dolby surround. Ancora più a pruavia si raggiunge il garage con il tender da 7,3 metri, modello TS 73 della Tendershipyard, che viene messo in mare aprendo un portellone laterale attraverso un semplice sistema di alaggio e varo. L’operatore infatti è posizionato in alto e, indipendentemente dalle condizioni meteo, riesce facilmente a controllare con una semplice cima la manovra dal garage. Il garage ospita anche due jet ski, giochi destinati al divertimento in acqua ed un vano capiente per lo smaltimento dei rifiuti, estremamente utile durante crociere di lungo corso. A poppa del salone si apre il grande pozzetto con un enorme divano e poltroncine.

Jeff_Brown-0377a

L’upper deck di “Lady Candy” è destinato all’Armatore e alla figlia, a cui è dedicata la barca, o altri ospiti di prestigio. Qui infatti si trovano la suite armatoriale e la Vip. Quest’ultima, a prua, gode di una meravigliosa vista sul mare grazie alla finestratura circolare di 180° ed è arredata con dressing room, vanity, divano, e locale toilette con lavandini per lei e lui, doccia e vasca da bagno. Oltre la cabina si trova l’esclusiva terrazza VIP. Gli ospiti di riguardo non saranno mai disturbati dall’equipaggio potendo disporre di un  accesso, riservato al loro uso esclusivo, che dal garage del tender porta al ponte di prua.

L’appartamento del Proprietario si trova a poppa e comprende un salone panoramico, uno studio privato, una zona lounge, un grande bagno con doppia toilette separata da una doccia. L’Armatore gode anche di una terrazza privata con accesso diretto dalla vetrata panoramica circolare che racchiude l’area dove si trova la stanza da letto vera e propria. Su questo ponte è stata inserita una massage room, un elemento tipico della cultura Orientale. Il sun deck, oltre a ospitare la sala comando, si presenta come una grande terrazza sotto il sole attrezzata con divanerie, Jacuzzi, area cottura attrezzata con cappa aspirante e maxi tavolo da pranzo. L’angolo bar è dotato di sgabelli a scomparsa che il Cantiere ha progettato su misura per rispondere ad una precisa richiesta dell’Armatore.

Jeff_Brown-0020-2a

Per quanto riguarda le prestazioni, “Lady Candy” consente andature sostenute e un ottimo comfort di navigazione. La velocità massima raggiunge quasi i 17 nodi, mentre quella di crociera si attesta a 16 circa. A 12 nodi, andatura economica, l’autonomia è di 5.000 miglia nautiche. In sala macchine si trovano due MTU 12V 4000 da 1.320 kW ciascuno e due generatori Cat C9 Genset da 175 kW ciascuno.

Imbarcazione estremamente raffinata e casa perfetta per chi si trova sul mare, di dimensioni proporzionate e volumi ottimamente sfruttati che le consentono di raggiungere anche piccole baie e di sostare in porti non troppo affollati, Lady Candy rappresenta la classe riconosciuta a livello mondiale del Cantiere Benetti.

Molto soddisfatto Paul Brackely, comandante e manager di Central yacht che ha curato insieme al cantiere concept, exterior style and interior plan: “Questo è il terzo progetto con Benetti, cominciando con il primo nel 2005: il 65m Ambrosia, premiatissimo ed altamente tecnologico, a propulsione ibrida diesel-elettrica; il primo yacht al mondo con gli ABB compact Azipod, seguito poi dal 60m Xanadu vincitore nel 2009 del “Best of the Best” di Robb Report, nella categoria charter yacht.. Ambrosia fu il primo progetto in cui Central Yacht agì per conto dell’Armatore. Lady Candy è invece il primo yacht ad essere stato sviluppato direttamente da noi, e si è rivelato essere un incredibile successo, ricevendo diverse nomination in concorsi di design, oltre a numerosi articoli dedicati. Central Yacht può vantare una lista di collaborazioni di successo con Benetti, il che ha significato per l’Armatore poter contare su una collaborazione sinergica fra le due aziende sempre in sintonia durante tutte le fasi di costruzione, risultata poi nella realizzazione di uno yacht straordinario, e che sicuramente ha rappresentato un valore aggiunto. Abbiamo sviluppato un profilo assolutamente originale ed un progetto per l’interior design basato su una piattaforma tecnica Benetti di grande successo. Questo ha dato al cliente la sicurezza di avere uno yacht unico nel design e dalle performance garantite, senza dimenticare che la consegna è avvenuta prima dei termini stabiliti e nel pieno rispetto dei budget. Benetti e Central Yacht hanno lavorato insieme per sviluppare nuove soluzioni di design in risposta ai problemi più pratici di gestione dello yacht con il risultato finale di consegnare all’Armatore una barca molto facile da manovrare e da mantenere. Scegliamo il cantiere Benetti non solo per l’assoluta eccellenza costruttiva ma anche per la sua flessibilità e disponibilità che consente all’Armatore di essere coinvolto con molta più soddisfazione nelle fasi di costruzione.”

Varato il nuovo Benetti FB263 MY Ocean Paradise

A pochi giorni dalla cerimonia di varo e consegna del secondo Benetti Crystal 140′ M/Y “Luna”, questa mattina alle ore 11.00 è stato varato a Livorno il nuovo Benetti FB 263 MY “Ocean Paradise“.

_FN11093

Dopo le consuete operazioni preliminari, tra cui la tradizionale rottura della bottiglia, lo yacht è stato calato in acqua alla presenza dell’Armatore, del personale tecnico, delle maestranze e di tutto lo staff Benetti che ne ha curato l’allestimento e la costruzione in questi mesi.

Questo magnifico yacht di 55 metri in acciaio, completamente custom, nasce con una vocazione spiccatamente “charter” e porta con sé molto della personalità dell’Armatore che ha vissuto personalmente ogni fase della sua costruzione, scegliendo anche il più piccolo particolare.

_FN11232

Uno yacht decisamente contemporaneo e ricco di elementi innovativi quali ad esempio una piscina oversize, una zona gym e persino una consolle da dj che spiccano nel sun deck; una beach area di 25 mq completamente libera da tutte le attrezzature meccaniche (il tender custom, 2 moto d’acqua ed un rescue tender trovano infatti spazio lateralmente o a pruavia) per offrire un contatto con il mare ancora più diretto.

Ocean Paradise con le sue 4 cabine ospiti più l’armatoriale (dotata di una terrazza coperta privata) può ospitare comodamente fino a 10 persone.

Lo stile degli interni è particolarmente moderno caratterizzato da grandi finestre per consentire facile accesso alla luce naturale. Particolare attenzione, infine, è stata dedicata all’impianto di illuminazione caratterizzato da luci indirette a led.

Motorizzato con due CAT 3512C (1765 kW) 2.367 hp @ 1.800 rpm, vanta una lunghezza di 55 metri, larghezza a tutto baglio di 9,6 mt e un dislocamento di 651 tonnellate.

Benetti Superyacht Crystal 140’ BY002 M/Y Luna launched yesterday in Viareggio.

March 14th, saw in the morning the launch at Viareggio of the second Benetti Crystal 140’ BY002, Luna. An event held on the grounds of the Azimut-Benetti Group’s Lusben shipyard, located adjacent to the Benetti headquarter. Following the usual preliminary steps, including the traditional breaking of the bottle on the hull, the yacht was lowered into the water, a ceremony attended by Owner, technical personnel, workers, and all Benetti Management and Staff involved in building this magnificent vessel that stands out for its modern and innovative design.

33a

After the launch Ceremony, Luna proceeded along the canal to the Darsena Italia – Via Coppino in Viareggio – where Benetti organized an private ceremony starting from 7pm in order to celebrate the delivery with the Owner and all his guests.

Benetti Crystal 140’ BY002, Luna measures 42 metres in length and 9 metres in width at full beam. Its displacement is 375 tonnes. The engines are twin Cat C32 Acer delivering 1081 kW. And with a fuel reserve of 58,000 litres, the Crystal has a conventional oceanic range of 4,000 miles.

Luna offers accommodation for up to 10 guests in 5 suites. A repartitioning of the lower deck made it possible, thanks also to an extremely functional engine room that offers more space for four guests cabins – two with double beds and two with twin beds, and for the crew area, featuring unheard-of volumes for the comfort of the staff on board.

As for every Benetti mega yacht, this Crystal 140′ is one of a kind. Its inspiring concepts are a special relation with the sea and the love for outdoor life. Comfort, style and functionality characterize the numerous dining areas and lounges of the sun deck and upper deck. The interiors look the sea through large windows.

Among several innovations, the stern area offers a peculiar reorganization: the garage for tender, jet skis, and other equipment has been moved forward a side, allowing the entire stern area to be dedicated to a beach area that is free of all mechanical equipment and outfitted with a changing room, a shower and a bathroom, a compact galley and several armchairs.

Discover the 13th Azimut/Benetti Group Yachtmaster

The eagerly awaited 13th annual Yachtmaster event ended on February 28th. Created for the Captains of the Benetti/Azimut fleet of over 100′ yachts, this edition celebrated the 140th anniversary of the Benetti yard (1873 – 2013) too, and chose Leghorn as the natural location for the event.

In barca sui Fossi livornesi 13YM

Three intense days of meetings, round tables, workshops and team-building where the Captains, together with Azimut, Benetti and Yachtique (the Group’s business line dedicated to services) top management, technicians and sales personnel were able to master the great number of themes necessary for successful mega-yacht management.

2 visita capitani in cantiere 13 YM

As always, numerous marine industry experts and international journalists also participated in the three day event. This edition of Yachtmaster began with the welcome speech given by top management in the outfitting area for the 90 meter yacht under construction at the yard. The presentation of the Benetti Sales and Service Department and the new “Client Driven Quality” project, oriented towards structured listening and the gathering of feedback by captains, owners and brokers, followed. The more than one hundred participants then concentrated on specific themes dealing with “Warranty” and “Lifetime Customer Care”.

Gruppo alza bandiera 13YM

As is usual at the Yachtmaster event, time for relaxing, fun, and team competitions wasn’t lacking. This year the “Master Chef” tv study was recreated: the captains spent an afternoon preparing gourmet dishes, and their culinary efforts were then judged by a jury made up of the numerous international journalists present.

Gruppo Macchiaioli premiazione 13 Ym

Partners of the 13th edition: A/SEA Power System, Boero, CGT/Caterpillar, Dockwise, Fraser Yachts, ISS Global Marine Travel, Marina Casa de Campo, Naiad Dynamics, Open System, Team Italia, Lusben, Rina, Sosema/Shore Crew e Yachtique.

Gruppo terrazza mascagni 13YM

Next year’s Yachtmaster has already been scheduled, but as always the location and topics of the event will be unveiled only a few months before the next edition.

Gruppo Hotel 13YM

Team Building MasterChef 13 YM

Rivediamo le grandi novità Benetti di questo autunno!

Un autunno pieno di novità per Benetti Yachts, tra nuovi progetti e vari imminenti. Rivediamoli!

BENETTI FB265

Questo megayacht di 63 metri, attualmente in costruzione presso lo stabilimento di Livorno, ha fatto la sua prima apparizione mondiale lo scorso ottobre durante il suo spostamento all’interno del cantiere verso l’area dedicata all’allestimento e si rivelerà nuovamente solo a lavori ultimati nel 2014 per il suo lancio ufficiale. Questo nuovo gigante con carena in acciaio e sovrastruttura in alluminio è stato disegnato da un team interno all’azienda e rappresenta, ad oggi, il secondo Benetti più grande in produzione, dopo l’FB262, megayacht di 90 m che si prevede verrà terminato per metà 2015. Il suo design ricorda quello di Nataly (FB252) anche se presenta un ponte aggiuntivo. Gli spazi interni saranno organizzati su quattro livelli. Sarà motorizzato con due Caterpillar per raggiungere una velocità massima di 16.5 nodi e una velocità di crociera di 16 nodi.

TRADITION SUPREME 108

Il nuovo Tradition Supreme 108 (BK001), recentemente trasferito verso il capannone destinato all’allestimento, prosegue il cammino di successo intrapreso dal Tradition 105. Disegnato da Stefano Righini e lungo 32,98 m, ha la struttura in composito e, per la prima volta nella storia della gamma Class, la struttura del sun deck, del rollbar e dell’ hard top sono realizzate in materiale composito Vetro-Carbonio in grado di alleggerire notevolmente la struttura del ponte e aumentarne la rigidità e la robustezza. I suoi tre ponti, inusuali per uno yacht di 108 piedi, aumentano decisamente i livelli di comfort e di abitabilità a bordo, oltre a garantire una perfetta separazione tra gli ospiti e l’equipaggio a tutela della privacy. Il grande vantaggio competitivo di questo ponte risiede, infatti, nei collegamenti verticali: gli ospiti avranno a disposizione due rampe esclusive (esterna e interna) per accedervi dal main deck, due rampe (una esterna e una interna) per accedere al sun deck.

L’equipaggio avrà a disposizione una scala privata comunicante con la main galley. Le vetrate a tutta altezza del main deck e le murate dalle dimensioni ridotte amplificano la luce naturale e la sensazione di contatto con il mare. La finestra a sezione verticale della wheel-house, inoltre, consente alla consolle di pilotaggio una visibilità a 180° conferendo, alo stesso tempo, al Tradition Supreme 108’ il profilo proprio di una vera nave. Tra le varie dotazioni devono anche essere citate le balconate laterali, l’ampio skylounge e l’immenso sundeck studiato per essere interamente dedicato alla vita all’aperto per armatore e ospiti. Questo yacht può ospitare comodamente fino a 10 ospiti grazie alle cinque cabine, una armatoriale posizionata nel ponte principale e quattro ospiti (2 matrimoniali e 2 guest a letti separati) situate nel lower deck. Gli spazi interni sono come su ogni Benetti totalmente customizzabili. Motorizzato con due MAN, si prevede raggiungerà una velocità massima di 13.5 nodi e una velocità di crociera di 12.5 nodi. Il primo esemplare verrà consegnato in Ottobre 2013.

BENETTI DELFINO 93 – BD005 Zaphira

Ottobre é stato anche il mese di lancio di Zaphira, quinto Benetti Delfino 93 (BD005). Zaphira è il segnale inconfondibile del grande successo riscosso da questa linea, eccellente sintesi di tutta l’esperienza e stile Benetti. Terzo Delfino 93 lanciato dal cantiere nel 2012, dopo Azul in Aprile e Ocen Drive in Giugno, questa unità è facilmente riconoscibile tra gli altri grazie alla sua magnifica carena blu e alla scritta del nome nave fatta realizzare direttamente dall’Armatore. Il DB005 è una navetta semi-dislocante costruita in composito, è lungo 28.5m, largo 7,03 metri di baglio massimo, e racchiude nelle sue linee esterne tutta l’esperienza e la creatività di Stefano Righini. Le finestre sono state reiventate per diventare vere e proprie pareti di vetro e le murate abbassate per garantire una migliore visuale e permettere alla luce di irradiare tutte le superfici interne. Gli interni nati dalla mano di Carlo Galeazzi possono ospitare in tutta comodità fino a dodici ospiti; questo yacht vanta, infatti, oltre all’armatoriale, quattro cabine ospiti, di cui due matrimoniali e due gemelle a letti doppi più due letti a scomparsa. Particolare attenzione è stata dedicata alla scelta dei materiali di rivestimento come pelli, tessuti, marmi e legni. Il contrasto tra i colori chiari e scuri predomina in tutti gli ambienti dando vita ad uno stile decisamente moderno. La pelle naturale si alterna a pannelli di Ebano scuro che rivestono l’interno dello yacht così come il teak naturale della plancia lascia spazio a mastre in Ebano. I bagni sono realizzati in marmo, nell’Armatore è utilizzato lo Statuario bianco e nei bagni delle cabine ospiti lo Spider bianco con venature rosso/arancione. I tavoli esterni custom realizzati in teak lucido con foglia inquartata. Le luci sono tutte a led incastonate nei plafoni dei cielini in modo da avere una sorgente di luce invisibile, perfettamente integrata con l’arredo della barca. Due motori Caterpillar permettono a questo “superyacht compatto” di raggiungere una velocità massima di 14 nodi, una velocità di crociera di 13 nodi e un’autonomia di 1.500 miglia a 12 nodi. Il quinto Delfino 93 sarà consegnato prima della fine del 2012.

Galleria

Benetti Tradition Supreme 108: the first images in Viareggio!

Questa galleria contiene 2 immagini.