Archivi del mese: luglio 2012

Sessa Marine cresce e punta decisa ai mercati mondiali

Ha annunciato che non parteciperà al prossimo Salone nautico di Genova, ma Sessa Marine non si ferma. La crescita sui mercati mondiali è costante e spicca l’apertura del nuovo stabilimento produttivo in Brasile.

Il Gruppo SESSA MARINE conferma il successo del suo cammino di internazionalizzazione, intrapreso in primo luogo con l’apertura dello stabilimento produttivo in Brasile e poi con lo sviluppo di una rete strategica di distributori in Oriente, svelando rilevanti cambiamenti nella distribuzione del fatturato globale.

Se fino al 2009, circa il 50% del fatturato era proveniente dal mercato interno, oggi SESSA MARINE registra un’incidenza delle esportazioni sul fatturato totale pari all’87%.
Il cantiere evidenzia, infatti, una ridistribuzione del fatturato, dal 2009 ad oggi, orientata principalmente verso i paesi del Far East (12%) seguiti dal Middle Est e Turchia (11 %), dall’Europa dell’Est (11%) e  infine dalle Americhe (10%).

Ancora più rilevanti le analisi dei trend di crescita del Gruppo SESSA MARINE che, per il triennio 2013-2015, forte della sua intensa politica di investimento sul prodotto (ben 8 nuovi modelli previsti) prevede una crescita del turnover del fatturato di Gruppo fino al 22% nel Far East, seguito dalle Americhe (+19%), dall’Est Europa (+16%), Middle East e Turchia (+15%).

«In un momento così delicato per il mercato interno, la nostra forza è stata quella di aver rivolto lo sguardo al mercato globale non solo facendo conoscere e apprezzare il nostro prodotto ma anche cercando di renderlo più appetibile sui nuovi mercati, andando incontro alle diverse esigenze funzionali e culturali» riferisce Andrea Loro, Direttore commerciale del Gruppo SESSA MARINE.

Appena un anno dopo il suo ingresso negli Stati Uniti nel 2006, SESSA MARINE lancia un’imbarcazione creata ad hoc per incontrare le esigenze del cliente americano: il KEY LARGO 36 con tre motori, vincitrice nello stesso anno del prestigioso premio “SPORTBOAT OF THE YEAR”.

Il cantiere si è così dimostrato capace, fin dall’inizio, di reagire in modo repentino alle molteplici richieste provenienti dai differenti mercati, apportando modifiche su prodotti di serie in grado di incontrare le esigenze locali sia in termini tecnici che più prettamente legati  alle abitudini di consumo.

Oggi il cantiere continua a perseguire questo importante obiettivo proponendo, ad esempio, nel mercato asiatico una versione dell’appena nata FLY 40 dotata di stabilizzatore, elemento di grande importanza per questi mari caratterizzati da moti ondosi particolari. E ancora, in Brasile, per la C38 è stato studiato un “Kit Churrascheria” , che prevede la presenza di un’ampia griglia posizionata sopra la plancetta di poppa.

L’impegno del cantiere in questo senso ha portato anche alla realizzazione di uno specifico layout degli interni per il mercato cinese. Nel modello di 54 piedi del cantiere la cabina di prua è stata, infatti, sostituita da un ampio open space dedicato ad attività ricreative come ad esempio il karaoke, per accontentare il cliente cinese poco abituato alla crociera e amante della convivialità a bordo.

Un nuovo polo produttivo e una rete commerciale potenziata

La decisione di SESSA di essere presente direttamente con una propria struttura produttiva nel mercato Sud americano, riuscendo così a rispondere in modo repentino alle diverse esigenze e superando i limiti imposti dall’esistenza di ingenti dazi doganali, ha permesso al cantiere di acquisire, velocemente una rilevante quota di mercato.

Per l’impianto di SESSA MARINE Brasil, con sede nel distretto industriale di São José (Stato di Santa Catarina), già operativo dal 2011, è stato previsto un ulteriore ampliamento che sarà terminato e inaugurato a fine agosto. Proprio grazie a questo ampliamento, si prevede, nei i prossimi quattro anni, una capacità produttiva tale da incidere circa del 18-19% sul turnover del Gruppo

Partecipazione diretta ai più strategici saloni nautici mondiali
Durante l’ultima stagione nautica SESSA è riuscita ad innalzare la propria “brand perception” all’estero anche grazie ad una crescente presenza sui più importanti saloni nautici, dedicando, allo stesso tempo, una particolare attenzione alla realizzazione dei propri spazi espositivi; per il cantiere risulta, infatti, fondamentale che l’immagine veicolata del marchio rispecchi perfettamente  l’innovazione e il design dei prodotti.

Per la stagione 2012-2013 SESSA annuncia la partecipazione a ben 21 saloni nautici tra cui spiccano sicuramente quelli di Osaka e Tokyo e lo sbarco sul mercato Giapponese.

Restando nel mercato asiatico, dopo gli esordi ai saloni di Shenzen, Xiamen e Sanya, concentrati tra ottobre e dicembre, il cantiere ha partecipato all’Hainan Rendez-vous di aprile e alla fiera di Hong Kong di maggio presentando in anteprima il suo FLY 45 e prevede di non mancare agli stessi appuntamenti della nuova stagione.

Per la zona West Europe, SESSA MARINE sarà presente ai più importanti appuntamenti della stagione così come a quelli della sempre più interessante area Scandinava.

Per quanto riguarda il mercato USA, invece, SESSA, dopo aver partecipato con l’ammiraglia C68 al salone di Miami presenzierà ai saloni di Newport RI e di Norwalk CT a settembre, e al salone di Fort Lauderdale di Ottobre. Anche il Brasile ha rappresentato per SESSA un’importante vetrina nel mercato sud americano con le fiere di San Paolo e Rio de Janerio, i due appuntamenti più importanti e significativi in termini di bacino d’utenza per il sud America.

Istanbul sarà la sede di due rilevanti saloni (il primo in ottobre, nel versante Asiatico con barche in acqua e il secondo a febbraio nella parte Europea al coperto), fondamentali per il Middle East e Turchia. Infine, la partecipazione al salone di Dubai rappresenterà per il cantiere un’importante vetrina nel modo arabo.

 

Annunci

Vicem 107 on Yachting Magazine USA, August Issue

Click and discover the new Grand Banks 54 Heritage… on Luxe TV!

Garmin lancia PRO7”, una nuova applicazione dedicata a installatori, centri assistenza e dealer

Garmin Italia, una società di Garmin Ltd. (NASDAQ: GRMN), leader mondiale nella navigazione satellitare, propone un nuovo progetto di marketing, facendo leva sui più moderni trend tecnologici, grazie all’introduzione di “PRO7”, una nuova applicazione dedicata al target specifico di installatori, centri assistenza e dealer pensata per essere fruibile dai tablet.

La nuova strategia di marketing di Garmin per il settore marine, arriva in un momento di forte contrazione del mercato, superabile soltanto grazie alla proposta di soluzioni nuove e con un progetto orientato alla logica del servizio a 360° interpretando al meglio le esigenze del settore B2B. L’intenzione é quella di concentrare tutte le proprie energie su questo nuovo approccio al business, convinti che in tempo di crisi, innovazione e sfida delle idee siano le cure migliori.

Andrea D’amato – Sales&Marketing Manager Garmin Marine riferisce “L’app Garmin PRO7 nasce dall’esigenza di creare un supporto che aiuti concretamente il lavoro di chi deve operare nel settore dell’elettronica di navigazione applicata al settore nautico. Gli installatori e i centri assistenza sono sicuramente i riferimenti principali che hanno ispirato la realizzazione di questo progetto. Analizzando le loro esigenze, in ambito di costruzione e assistenza tecnica di un sistema integrato, senza tralasciare quelle dei rivenditori, Garmin ha creato uno strumento che possa dare, in modo semplice e rapido, tutte quelle informazioni che permettono di intervenire in modo sicuro ed efficace. Le funzioni dell’app PRO7 non si fermano alle semplici nozioni tecniche e commerciali: è infatti possibile attivare tramite il display touchscreen un contatto diretto con l’Ufficio Tecnico aziendale. L’app è in grado di contattare un tecnico Garmin attraverso il collegamento skype e tramite la telecamera del tablet, mostrare l’eventuale problematica in modo da poter essere risolta in diretta. Questo e tanto altro nella nuova app B2B di Garmin: uno strumento di sicura utilità, che cambierà in meglio il modo di lavorare e di dare assistenza”.

Tre le funzioni principali della nuova App:

– PRO7 Service, per offrire al cliente un’assistenza completa via Skype;

– Tools, uno spazio dedicato ai cataloghi, alla manualistica ed al listino.

– Gamma Prodotti, l’area più importante, riservata al catalogo vero e proprio suddiviso per prodotti, dai chartplotter ai radar, passando per gli accessori, i moduli ecoscandaglio, la strumentazione a colori, gli autopiloti e i VHF.

Rihanna on board a Benetti 52mt in Sardinia – yesterday 17th of July 2012

Rihanna is now hard at work enjoying herself as she relaxes on a sunny break in Sardinia. She’s spending the majority of her time aboard a 52mt Benetti yacht with some of her friend in her current Costa Smeralda holiday.

 

Read more on : http://www.dailymail.co.uk/tvshowbiz/article-2174421/Rihanna-poses-bikini-flaunts-curves-lets-hair-aboard-luxury-yacht.html

https://twitter.com/rihanna

Giaroli è il nuovo rappresentante Magellano by Azimut in Piemonte e Liguria

GIAROLI’ s.a.s. è stata nominata da AZIMUT YACHTS come nuovo rappresentante per Piemonte e Liguria della Collezione MAGELLANO by AZIMUT ed ha inaugurato il 14 luglio 2012 i nuovi uffici al Marina di Varazze gestiti dall’Ing. Valeria Ribaldi e con back up dalla sede storica di Orbetello -Cala Galera e da La Napoule (Francia).  

 La linea al momento comprende un 50′ ed il 74′. Ai prossimi saloni di Cannes e Genova sarà presentato un nuovo e più piccolo modello. Lo stile della barca deriva dalla collaudata collaborazione tra il designer olandese Cor D. Rover – con il team del cantiere Azimut Yachts, da sempre interprete di un gusto per i dettagli che contraddistingue il migliore Made in Italy. Due diverse visioni che, insieme, hanno permesso di realizzare un’imbarcazione dal fascino tutto nuovo. La Collezione Magellano è di fatto una rivisitazione in chiave moderna dei Trawler dei quali ripropone una serie di caratteristiche tecniche, funzionali e di utilizzo degli spazi di bordo affiancandole in maniera inedita con un design esterno accattivante, interni più contemporanei e ambienti più adatti a promuovere la socialità di bordo. Magellano è un prodotto dall’ottimo rapporto qualità/prezzo e dagli elevati contenuti tecnici.L’introduzione del nuovo Magellano ad un prezzo competitivo porterà GIAROLI’ s.a.s. a privilegiare la promettente fascia di mercato 40′- 45′.

L’ingegner Gianpaolo Murzi ci racconta nello specifico molto su Giaroli e sull’accordo di distribuzione con MAGELLANO by AZIMUT

Giampaolo Murzi

Perché un ufficio a Varazze ?
Oltre ad essere uno dei marina più moderni ed alla moda è anche la location ideale per la nostra già numerosa Clientela del Nord Italia che da anni ci ha dato fiducia coi Grand Banks e che potremmo meglio seguire con una presenza dedicata. Ovviamente essendo ‘home base’ di Azimut ciò faciliterà nuovi rapporti con Clientela interessata alla collezione Magellano; l’ufficio è gestito da un giovane ingegnere navale, Valeria Ribaldi, che ha già maturato interessanti esperienze tecniche in cantieri della zona e si occuperà di vendite per le regioni Liguria e Piemonte

 

Attuale organizzazione della Giaroli’ s.a.s. ?
Oltre alla sede di Orbetello disponiamo di un ufficio estivo nel Marina di Cala Galera e 2 succursali con uffici di nostra proprietà e già da diversi anni operativi in Francia (La Napoule) ed in Croazia (Spalato); abbiamo registrato ditte anche a Singapore, Spagna e Turchia e ci teniamo pronti per lo sviluppo oltre che di nuove dealership anche di attività di brokeraggio con interscambi tra le varie sedi

 

Il suo background nautico? Da quando collabora con Grand Banks?
Ho da sempre avuto passione per le barche ed i motori in generale; i miei utilizzavano barche degli Abbate e poi negli anni 80’ ho corso in offshore con Tullio. Nel 1979 approfittando della residenza a Singapore della mia famiglia, acquistammo un Grand Banks 42MY e di li a poco la rappresentanza per l’Italia; siamo stati negli ultimi 5 anni top dealers worldwide della Grand Banks e solo nel 2011 il nostro ufficio francese ha venduto più dell’Italia.

 

Prospettive future per Grand Banks e Magellano
A mio parere il futuro della nautica da diporto nel range da 40’ a 100’ è nei trawlers; imbarcazioni con velocità contenute, di facile ed economica gestione, con ampie volumetrie per consentire lunghe e comode navigazioni e tranquilla vita a bordo. Grand Banks ha inventato il concetto di trawler da oltre 55 anni; molti cantieri di recente hanno ampliato la gamma introducendo imbarcazioni analoghe. Azimut con la linea Magellano ha voluto applicare il suo spirito innovatore anche in questo segmento reinterpretando il trawler in chiave più italiana; i primi 2 modelli 50’ e 74’ hanno avuto un ottimo successo soprattutto in considerazione dell’attuale periodo di mercato; gli altri in gestazione lasceranno sicuramente il ‘segno’. Azimut è leader e da sempre un trend setter nel settore nautico ed i nuovo Magellano sarannosicuramente avanzati sotto il profilo tecnologico e qualitativo, garantendo un ottimo rapporto qualità prezzo, cosa che in futuro sarà vincente per determinare le scelte della Clientela

 La fascia di mercato nautico secondo lei più promettente per il mercato italiano nei prossimi anni ? Decisamente quella tra 40’ e 45’; i clienti torneranno a comprare imbarcazioni senza leasing, come nei gloriosi anni 80’ e 90’, ci saranno downgradings di taglie e tipologie anche per rinunciare ad avere personale imbarcato a bordo, e vivere il mare in maniera più ‘diretta’. La Giaroli’ s.a.s. in queste misure offre la più variegata tipologia di modelli, tutti sotto l’insegna della qualità non solo costruttiva ma anche di vita a bordo: Magellano – Grand Banks – Targa – Nauticat – Linssen e con diverse tipologie anche Magnum ed Hinckley


The new Vicem 107 Moni is the superyacht of the week… for Superyachttimes.com

Read the full article here.